"…è un modo di vivere." HCB

Nel ticchettio della pioggia

Pesissimo il lunedì di festa con ‘sto tempo, con l’ora solare e con la sfiga che ha deciso di farmi compagnia: il portatile mi è appena volato a terra, stavo facendo lo spostamento scrivania-letto (a volte la connessione è migliore dal letto) e il filo della scossa è rimasto impigliato nello spigolo della scrivania. L’ho visto cadere a rallentatore mentre rimandavo a mente i nomi di tutti i Santi, tanto per restare in tema.
Ascolto Supersonic degli Oasis e penso a sabato prossimo, al concerto dei BSBE e al bisogno di chitarra che ho in questo periodo, al contatto con il legno e il ferro, alla vibrazione del suono sul mio stomaco mentre stringo la cassa acustica dell’Ibanez. La pioggia fa da sottofondo, il plettro gratta la corda di Mi dal foro verso il manico, solo una lampadina gialla e pensieri normali, di quelli che possono stare in un ex cucinotto adibito a camera. Tante cose potevo fare questo weekend e tante ne ho fatte, domani sentirò se sono ancora in tempo per il Servizio Volontario Europeo, tra meno di due mesi sarò fuori età e la possibilità di passare da 2 a 12 mesi in un posto come l’Islanda, l’Irlanda o la Turchia mi mette una certa fretta addosso 🙂
Mi ero ripromesso di ascoltare meno i miei sogni e di restare con i piedi per terra… non ce la faccio, non è ancora il momento di fermarsi. O forse lo sarebbe, ma finchè vedo porte socchiuse intorno a me non ce la faccio a non spingere per aprirle.
Ora o mai più.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...