"…è un modo di vivere." HCB

Domani quando l’oggi non c’è.

Vado a letto adesso, tornato da un lavoro nuovo, da una riunione, da una cena in famiglie e un corso.
Sopravvissuto a due incidenti mortali consecutivi che mi hanno fatto svegliare di soprassalto, al punzone dalla forza terribile capace di perforare una lamiera da 6mm, alla strada ghiacciata, a questo cuore che a volte dà dei colpi troppo forti e forse è il caso che vada a farmi vedere, alle premure di mia madre, al quarto d’ora di successo grazie alle mie foto e al maestro che mi fa i complimenti davanti a tutti, alla tentazione (vinta) di tornare a casa con un 24 e un 35 f1.4 in borsa, al bisogno di solitudine estrema, alle domande senza risposta che a volte mi prendono alle caviglie e le fanno tremare, al mio stomaco, alle 24 ore che adesso vorrei fossero 12 per potermi fermare prima, al mio fisico che comincia a frenare, alle lacrime di tensione venute da chissà dove, chissà da quali profondità. Chissà. Chissà cosa nascondo e non voglio dirmi. Ma è quasi l’una e passo di qua in fretta, domani è martedì, altre 1000 cose e ad ogni giorno basta il suo male.
Chiudo la giornata senza rendermi conto di com’è andata. E’ andata. E’ ora di basta.
Sotto a chi tocca. Ma domani.

Annunci

8 Risposte

  1. chiudi gli occhi e respira piano…e se il cuore batte troppo forte non dormire su un fianco,fa peggio…
    sogni d’oro. 🙂

    30 novembre 2010 alle 01:22

    • Sto già dormendo di schiena con la borsa dell’acqua calda sul torace sperando nella vasodilatazione ma conta poco. Quando il cuore parte mi do dei pugni sul petto, non so se vada bene ma almeno mi dà la sensazione di poter fare qualcosa… 🙂

      30 novembre 2010 alle 21:56

  2. sento tanta stanchezza e confusione. Ma un finale positivo non può essere che incoraggiante :)susu :* un abbraccio

    30 novembre 2010 alle 08:19

    • Stanchezza e amarezza per non poter fare quello che voglio come voglio che sia fatto, ma va beh, è una buona scuola contro le mie manie di onnipresenza 🙂
      Grazie dell’abbraccio, contraccambio.
      PS salutatemi le fraschette di Ariccia. Buuuuuuuuuuuuu! 😥

      30 novembre 2010 alle 21:58

  3. Gianna

    parla con la persona che ami, perchè uno come te è impossibile che non ami qualcuno..
    sarà la persona più felice della terra…

    30 novembre 2010 alle 17:20

    • Gianna, in questo periodo mi sto concentrando sulle amicizie, non voglio altro.
      Il discorso “amore” è spinosetto, non è ancora il momento di affrontarlo. Forse tra un anno o due… ho un’elaborazione del lutto piuttosto lunga 🙂

      30 novembre 2010 alle 22:04

  4. 1) Buuuuuuuuuuuuuuuuu!
    2):-*
    3) Buuuuuuuuuuuuuuu!
    4) OGGI, quando il domani è ancora lontano.Oggi.
    5)Buuuuuuuuuuuu

    🙂

    1 dicembre 2010 alle 13:40

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...