"…è un modo di vivere." HCB

M’arzo o non m’arzo

Altro che aprile dolce dormire, io mi sono già messo avanti!!! Ma è anche stata una settimana davvero pesa che è iniziata con un “mi dispiace ma parto per l’Iran e gli stipendi di gennaio e febbraio te li darò quando torno, dopo il 15” (e intanto mentre sei via ti buco le gomme, che dici?!), che è proseguita con serate in casa sercando di recuperare le forze e che si concluderà con un sabato mattina a lavorare (non pagato) e tutti i piani per il weekend saltati.
Avevo voglia di andare al carnevale di Ascoli che c’era anche un concorso Fiaf in ballo, mia zia mi ospitava nel suo eremo a Fano e avevo proprio bisogno di due giorni di puro ossigeno, di mare e di bighellonaggio… va beh, amen, vorrà dire che mi riposerò a casa visto che le mie capacità di recupero sembrano nulle.
Vi segnalo solo la festa in maschera alla Cà Bella a Colombaro, domani sera (idee per il costume zero, ma qualcosa mi inventerò) e “i mascheri” a Formigine domenica pomeriggio. Bello eh, è proprio una valida alternativa al mio programma originale ;D
No va beh, ci vado volentieri perchè fotograferò il carro della San Gaetano e i ragazzi down saranno un tot carichi di avere il fotografo ufficiale… è solo che a me le sfilate dei carri mettono tanta tristezza, non riesco ad entrare nello spirito del carnevale. Forse se avessi un figlio o un nipote sarebbe tutta un’altra cosa, ma andarci da solo mi sento fuori posto.

Bene, è giunta l’ora di un film e poi mi sa che provo a dormire, anche se è venerdì, poi a sbaraccare ci penserò domani sera.
Tanto, per dirla come una nota pubblicità di qualche anno fa, “Questa sera io non ho fame” 😉
Cissevede gente, magari alla Cà bella domani! Buon weekend.

Annunci

6 Risposte

  1. “Forse se avessi un figlio o un nipote sarebbe tutta un’altra cosa, ma andarci da solo mi sento fuori posto” …Ecco! In una home tempestata di locandine di veglioncini e foto di figli delle amiche mascherati, sudaticci e con i coriandoli incastrati, ho pensato la stessa cosa!
    Il venerdì comunque è solo per il Dottor House, i film sono per il sabato sera…!

    5 marzo 2011 alle 10:28

    • Oggi stavo spostando la legna e mi è passato di fianco il corteo dei carri mascherati, li ho guardati volentieri ma ero contento di essere dov’ero 🙂
      Il sabato sera è per le feste in maschera! 😉
      A presto!

      5 marzo 2011 alle 19:01

  2. Giusto Checco, magari ci si vede a Colombaro, lo proporrò ai friends ! Neanche a me attira granchè il carnevale, sono sicuro però che i ragazzi della San Gaetano apprezzeranno ancora di più la tua partecipazione ! Noi i loro carri li abbiamo visti in anteprima di sgamo, essere assunti da Rino nei lavoretti ha i suoi lati positivi ! 🙂

    5 marzo 2011 alle 19:18

    • Dai, venite! Potrete fare le foto come i bimbiminkia e finire su FormìZine e venire taggati su Feisbuc dal fotografo ufficiale (io)!!! 😀
      Io ci vado di sicuro, se venite mi fa piacere anche perchè si preannuncia una festona e raramente la Miccia sbaglia ad organizzare.
      Fotografare i carri invece è come fotografare le statue, per fortuna ci sono le persone a dare il loro notevole contributo. E fotografare persone felici è il massimo! 🙂
      Can, Rino…! Casinalbo ha 1 solo grado di separazione contro i 6 canonici, pensa che ho scoperto uno che era in compagnia con Fabri Fibra (che culo…) ;p

      5 marzo 2011 alle 19:38

  3. Stavo giusto dicendo oggi non mi ricordo a chi (anche io inizio a perdere colpi.. :-p) che il carnevale la ritengo una “festa” che non mi dice niente. Da piccola aspettavo l’ultimo giorno solo perchè mia madre e mia zia e la nostra vicina di casa portavano noi, le nostre cugine e il figlio della vicina a vedere l’ultimo giorno di carnevale quando bruciavano pulcinella. Allora la banda suonava la musica da funerale e sfilava un mega enorme pulcinella completamente nudo portato da un sacco di gente in orizzontale, come fosse una bara ma senza bara. E poi si ergeva e legava ad un palo alto di legno e gli si dava completamente fuoco (indovina da dove partiva la miccia???? ), poi c’erano i fuochi e tutto finiva. Ricordo solo quello con piacere del carnevale.
    un bel film ci sta!Io oggi non ho fatto altro 🙂

    6 marzo 2011 alle 00:50

    • Mi piace l’idea del pulcinella con la miccia. Penso che se lo facessero da noi le donnette benpensanti di paese avrebbero di che parlare per un bel po’ 😉
      Io invece mi ricordo di una pesca di beneficenza a Maranello in cui regalavano i pulcini, allora noi li portavamo a casa e li facevamo crescere insieme alle altre galline. Fino a Natale: a mia nonna serviva la materia prima per il brodo dei tortellini :p
      Adesso invece salterei tutto molto volentieri tranne i maccheroni in piazza a Formigine il martedì grasso, che è un appuntamento irrinunciabile…

      6 marzo 2011 alle 22:10

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...