"…è un modo di vivere." HCB

L’amore ai tempi del blog

L’amicizia nell’era dei social network è un qualcosa che quando se ne parla in genere viene adoperata la lettera minuscola, c’è chi è più moderato e parla di contatti, come se le persone fossero dei semplici nodi di connessione. Rimangono gente, parola generica che indica un agglomerato di unità.
All’inizio, ai tempi del mio primo blog, credevo che ci fosse la barriera insormontabile del web a difendermi dal coinvolgimento fisico dell’amicizia on line, ma mi sono reso conto che questa barriera la si scavalca molto in fretta…

Non ci credete? Beh, allora sappiate che venerdì prossimo parto per Napoli per partecipare al mio primo matrimonio tra blogger.
F. e P. sono due amici di vecchia data, dai tempi de “il meglio a meno” e per far chiudere il cerchio hanno investito me ed Eli del ruolo di fotografi ufficiali. Inutile dire che non vedo l’ora di essere là, primo perchè è la prima volta che vedo di persona gli sposi e mi chiedo sempre che voce hanno le persone che leggo, quale mimica, quale sorriso, lo sguardo… mi faccio sempre un sacco di viaggi insomma 🙂
E poi a Napoli non ci sono mai stato e penso che la conoscerò meglio da un evento del genere e dalle persone che incontrerò che andandoci come semplice turista. Saranno anche le uniche ferie che farò (1 giorno…), ma va bene, le vacanze le si fanno da qualcosa che non piace e quest’anno ho proprio voglia di Modena. Poi magari qualche weekend evaderò anch’io… bah, vedremo.

PS buon San Giovanni se non ci sentiamo prima!

Annunci

16 Risposte

  1. Eh sì, l’amore ai tempi del blog esiste. Conosco anch’io persone che si sono conosciute via web e si sono sposate.
    Così come è chiaro che esiste l’amicizia fra internauti, e non ci vuole nemmeno tanto a stringere ottimi rapporti fra di noi.
    Anche qua dentro scorrono emozioni, sotto forma di pensieri, parole…ci si può pian piano conoscere davvero bene, pregi e difetti…tutti elencabili 😉 Anzi, qua dentro “i sentimenti” (e derivati vari) sono ancora più amplificati.
    Guarda non voglio mettermi a sviscerare l’argomento amicizia virtuale (che poi ODIO questo termine) xkè in questi anni ne ho parlato fin troppo, e voglio evitarti il commentone che assumerebbe sembianze spaventose ahahahah
    Invece x quanto riguarda l’amore… già, è facile scavalcare questa barriera, e può capitare di innamorarsi di chi c’è dall’altro lato del monitor… però, x quel che mi riguarda, se mi capitasse una cosa del genere, cioè rendermi conto di cominciare a guardare una persona con altri occhi, che da parte mia stia nascendo qualcosa che va oltre l’amicizia… eh no, scapperei a gambe levate. E cercherei di chiudere quel rapporto il prima possibile, prima di fare “dei danni” a me stessa. Ma non pensare chissà x quale motivo. Semplicemente xkè, x come sono fatta io, ho già dei problemi “a gestire” le amicizie a distanza, figuriamoci se ci fosse di mezzo il cuore… No no, ci morirei dietro 😛
    Poi vabè, vale sempre la regola del mai dire mai, e ci si deve trovare nelle cose prima di escluderle categoricamente. Diaciamo che questo è il mio parere, ad oggi 😉

    Baci Checcù ^^

    24 giugno 2011 alle 03:34

    • Il social network crea l’occasione per condividere qualcosa con gli altri e in genere chi apre un blog non lo fa per raccontare la sua giornata (come ultimamente sto facendo io :p) ma per condividere pensieri ed esperienze che vanno oltre le chiacchiere che si possono fare normalmente magari durante l’aperitivo.. credo nell’amicizia via social network, con tutti i limiti che ci possono essere, ma quelli ci sono anche tra persone che si conoscono da una vita e si vedono solo il venerdì sera.
      Per quanto riguarda l’amore ti capisco perchè anche io sono uno che ha bisogno di un rapporto basato sul quotidiano, infatti quando è stato il momento ho preso su e mi sono trasferito 😉 ma ad oggi non mi è mai capitato di provare un’attrazione così forte da ritenermi innamorato di una persona conosciuta solo tramite web.
      Buon weekend Angie!

      25 giugno 2011 alle 01:45

  2. Non per essere ruffiano….ma già mi immagino che splendido servizio fotografico avranno gli sposi!! 🙂
    Venendo al discorso sui rapporti nati attraverso un monitor….beh, non si può fare un discorso generale. Di certo ti posso dire che il mio pensiero iniziale, quando cominciai a scrivere il blog, è stato stravolto. Non avrei mai detto che alcuni rapporti si sarebbero potuti evolvere e mai avrei pensato che ci si potesse affezionare o innamorare di una persona “conosciuta” per la prima volta da una frase, da un commento lasciato magari su un post pure stupido. Eppure….può succedere 🙂 E poi, ovvio, non tutti i rapporti sono destinati a cescere. Alcuni rimangono semplici contatti, altri si perdono per strada… Insomma, a guardar bene da questo punto di vista non c’è tanta differenza con i rapporti “diretti”

    24 giugno 2011 alle 12:33

    • Eh, Rob, speriamo che gli sposi siano contenti di quello che verrà fuori! Ho sempre il pensiero che si aspettino qualcosa di diverso da quello che è il mio stile, se mai ne ho uno.
      Non avrei mai detto che aprire un blog mi cambiasse così tanto la vita, poi non sono nemmeno uno costante nelle amicizie nel senso che magari per un periodo frequento un giro poi cambio, poi ritorno… e anche qui è lo stesso. Sono come i cani, non sento il tempo che passa, uno può sparire per mesi e tornare come se niente fosse. Questo per dire che non c’è poi tutta questa differenza tra la mia vita reale e quella virtuale 😉

      Aggiungo anche che da quando ho ricominciato a lavorare il social network spesso è l’unica finestra che ho per mantenere un minimo di vita sociale, faccio degli orari tali per cui ho giusto le ore della sera a disposizione e avere un qualcosa che mi faccia da segreteria per i messaggi è troppo comodo 🙂

      25 giugno 2011 alle 02:00

      • Sono sicuro che gli sposi saranno più che soddisfatti…in caso contrario…problemi loro! Io non ti “conosco” quindi nel dirti che mi piacciono veramente tantissimo le tue foto non avrei nulla da guadagnare. E’ la realtà! Sei bravo.

        Finito il momento smieloso.
        Sono fermamente convinto che i rapporti su internet possano sfociare in rapporti reali e realmenti veri come quelli quotidiani, definitivi erroneamente “normali”. Un esempio lampante è il rapporto che si è instaurato col quel tipo sardo lassù. E’ nata una bellissima amicizia qui. Poi si è trasferito a Roma e mi ha rotto le scatole per un anno! 😉 Se non è reale questo?!? Buona serata Fra!

        26 giugno 2011 alle 21:46

  3. Cavolo Stepho, ma quindi capitano anche delle disgrazie qui sul web?! E sfociano addirittura -ed è peggio- nella vita reale?!?!?! Mamma mia, mollo subito baracca e burattini! 😀
    Grazie dell’incoraggiamento, speriamo che siano contenti soprattutto perchè sarà IL loro giorno speciale e ci tengo che rimarrà tale. E poi ci sono le manifestazioni per via della monnezza, al limite farò due reportage al prezzo di uno :p

    26 giugno 2011 alle 23:13

    • Ebbene si…le disgrazie non son solo reali…ci si aggiungono anche quelle virtuali!!! Salvati finchè sei in tempo! Ps: ho dato un’occhiata ad uno dei tuoi ultimi album…troverai un “paio” di notifiche! 😉 Sto per raggiungere il limite che divide il semplice guardare foto dallo stalking! Hihihihihi!

      27 giugno 2011 alle 19:29

      • Trovate, grazieee! ^^
        I guardoni delle mie foto sono sempre ben accetti! 🙂

        28 giugno 2011 alle 23:12

    • PS: a breve metterò un paio di foto fatte con la macchinetta nuova!!!! Quanto mi sento professsssional! 😉

      29 giugno 2011 alle 09:55

      • Dai che son curioso! Se poi fai della street photography in giro per Roma vado in brodo di giuggiole (era una vita che non usavo più quest’espressione) 🙂

        29 giugno 2011 alle 23:37

      • Seeeeee….se non fosse per me questo qua non si sarebbe nemmeno accorto di viverci a Roma….

        30 giugno 2011 alle 23:00

  4. mbj

    nel virtuale di virtuale non c’è proprio nulla
    dietro al monitor ci sono persone con sentimenti ed i sentimenti abbattono qualsiasi barriera…

    una volta ci si innamorava scrivendosi le lettere (parlo di quando non esisteva minimamente altra possibilità comunicativa) ora nel panorama dell’innamoramento si è aggiunta questa possibilità…

    è il sentimento che si prova che fa la differenza.. e che esso si provi per un internauta o per una persona incontrata di striscio in un bar è solo questione di sfumature 🙂

    28 giugno 2011 alle 21:31

  5. Siamo nell’era della comunicazione e credo che sia solo una questione di mezzi, come dici tu, il “contenuto” è lo stesso a seconda del mezzo utilizzato: c’è chi riesce a sentir battere il cuore guardando un monitor glitterato e chi invece ha bisogno di carta da lettere e una calligrafia invece di un font.. ma penso che se una persona colpisce il mezzo passa in secondo, terzo, quarto piano 😉

    28 giugno 2011 alle 23:18

    • mbj

      esatto 🙂
      il mezzo è l’ultima cosa da considerare… l’amore buca ogni ostacolo 😉

      PS: prima mi son dimenticato di presentarmi ehehe
      cmq sono Marco 😉

      28 giugno 2011 alle 23:38

      • Piacere, Checcazzo 😀
        Verrò a trovarti, a presto!

        29 giugno 2011 alle 23:35

  6. Ne conosco un paio di coppie nate online e ancora durature. Le vie dell’amore sono davvero infinite 🙂

    21 gennaio 2012 alle 01:40

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...