"…è un modo di vivere." HCB

A ogni giorno basta il suo mal

BOOOOOOOOOOM!!!
…Kazzo…
Io, allarmato, adrenalina in bocca: “What’s happened?”
Lui, con calma teutonica: “Oh. It’s the same shit…”

Ed è così che si impara il rumore di un pallet da 1200 barattoli di ragù che si schianta per terra e su una blindosbarra.
Questo ieri.
L’abbiamo tirato su a mano, il resto con un badile. Ho ancora le mani che sanno di ragù…
Indovinate cos’ho mangiato a pranzo? :p

Edit: commenti a caldo
Il mio capo, dall’ufficio: “Oh, Frans, potevi guardarci…”
Il capo dei capi, mentre ci aiutava a spalare, sporco di pomodoro come noi: “(ridendo) Francesco, gh’et menga un p’caun ed paan?” (Francesco, non è che hai un pezzo di pane?)
Questo per me fa la differenza tra chi c’è, e aiuta, e chi non c’è e sa sempre quello che c’è da fare ma senza sporcarsi le mani.

Annunci

9 Risposte

  1. Già, dall’alto di un piedistallo è più facile impartire ordini, giudicare e “bacchettare”, il più delle volte senza avere nemmeno l’idea di cosa significhi sporcarsi le mani…

    Cmq, vediamo un pò.. mmh… forse a pranzo hai mangiato linguine al pesto? Dai che ci ho preso, lo so! ;p

    PS: grazie mille delle tue parole 🙂 un bacione

    14 luglio 2011 alle 18:52

    • A me stupisce anche la differenza che c’è nel modo di lavorare di un giovane rispetto a uno che lavora da tanti anni, con l’esperienza a volte si capisce che è più importante risolvere che stare a dire “te l’avevo detto”. No, pizza ai porcini e rucola: quando abbiamo letto fusilli al ragù sul menu del giorno ci è scappato da ridere..
      Se smetti di pubblicare post ti stronco, e che so’ ste idee?! 😀
      Un abbraccio.

      14 luglio 2011 alle 19:52

      • …sarà forse colpa del “ti stronco” se mi è spuntato un sorriso commosso?
        Grazie Checco! Rimango sempre stupita del potere che può avere una banalissima frase (anche se intimidatoria) 😉
        Sai che volevo addiruttura chiudere? Ammazza che tentazione! (e c’è ancora) Tanto non vi perdereste nulla, se non una tizia che ogni tanto farnetica sfoderando il suo innato pessimismo. L’unica cosa che forse mi trattiene è che mi manchereste troppo…

        14 luglio 2011 alle 20:20

  2. Dopo le frasi intimidatorie si passa alla frattura degli alluci. Te dov’è che abiti? Fa lo stesso, ti troviamo noi.. 😉
    In certi momenti buii ho avuto anch’io la tentazione di chiudere, poi ho pensato che era una cosa da decidere a mente fredda e che in fondo il blog ha rappresentato una parte significativa della mia vita.. così ne ho aperto un altro e ho lasciato in piedi “il Meglio a Meno”. Non ci vado mai, ma sapere che c’è mi fa star bene. Si parlava delle piccole cose che danno la felicità, giusto? 🙂
    E non pensare mai che “ci perderemmo poco”, a volte da quello che sembra poco ci si può tirare fuori tanto quindi tu mettici il tuo pessimismo che al resto ci pensa la blogosfera!

    14 luglio 2011 alle 22:26

  3. bottepiccola

    I farlocconi,quelli che ti guardano dall’alto..quelle mele marce purtroppo ci sono dovunque e in ogni ambiente,soprattutto in quello lavorativo.Tu continua a fare del tuo senza curarti di loro.
    Però caspita…un bel tuffo carpiato nel ragù ieri me lo sarei fatto volentieri..al posto dei braccioli un paio di rosette croccanti così,tanto per fare scarpetta a ogni bracciata! :mrgreen:

    15 luglio 2011 alle 10:37

    • Alla fine è il mio capo e andiamo d’accodo, anzi, mi sento di dire che siamo praticamente amici.. è solo che quando ci troviamo alle strette ha di questi arrivi poco felici e mi incazzo, ma mi sfiammo anche in fretta tanto lo so che è così di carattere.
      In compenso ci hanno regalato tutti i barattoli superstiti, mi sa che riempio il fugone di mia nonna così evitiamo di comprare i soliti quattro quintali di San Marzano per fare la conserva 😀
      Ovviamente la scarpetta sarà d’obbligo! 😉

      15 luglio 2011 alle 11:27

  4. a cuore scalzo

    grande fra…come sempre!
    scegliamo di sporcarci le mani.. :))
    un abbraccio

    15 luglio 2011 alle 21:20

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...