"…è un modo di vivere." HCB

Punto. bianca.

Che poi ci sono anche settimane come questa, corte, perfette, in cui tutti sono via e ho un mucchio di tempo per me… e va a finire che mi ritrovo con in bocca un vaffanculo sempre più grande ogni sera in cui vado a letto, dopo una pizza perchè sono tornato a casa talmente tardi che la Coop è già chiusa e non ho niente in frigo. Stasera poi ero coperto di conserva di pomodoro per una cazzata che non ho fatto, ma c’è sempre la regola di incolpare gli altri e sono andato via per non rispondere, che con gli stronzi non ho mezze misure e li prenderei a pugni visto che prima o poi inculerai anche me con la tua faccia da tartaruga cieca da un occhio. Erano le otto e quaranta quando sono salito in macchina, e Ste che mi chiama sul cell personale non appena spengo quello del lavoro e ci ridiamo su, ma sono ancora a Parma e spreco l’ora blu in autostrada guardando il tramonto dallo specchietto, riflesso sulla fiancata di questa Punto bianca che schizza verso una serata alla Vecchia a cenare da solo, nella mia camicia migliore, che di strada per stasera ne ho fatta anche troppa e fino alla Roadhouse non ci arrivo.
E poi i progetti per questo weekend all’insegna del riscatto per una settimana in cui ho solo lavorato, alla ricerca di una libertà che è sempre più un miraggio, una lama a doppio taglio, un qualcosa che se non ci si sta attenti frega di brutto. Perchè sarebbe un modo per scappare da, e non per andare verso: il modo migliore per perdersi in qualcosa che non sono io, una strada talmente dritta e accattivante che prima o poi mi ci addormento col piede sul gas. La libertà non mi riempie, sempre più spesso taglia le mie radici e sposta i mucchi di sassi che vorrei far diventare muri, destabilizza, e vedo persone meno libere con famiglia, e amici, e io che non faccio parte di quel mondo sono stanco di essere invitato solo per far parte di comitive organizzate.
Ma non so neanch’io di cosa ho bisogno, forse di qualcuno, o di qualcosa, o di avere più tempo per poter organizzare i miei bisogni, che dodici ore al giorno lasciano poco spazio al resto. E così anche stasera davanti a un film, degno finale per questa escalation di giorni inutili in cui penso di essere arrivato al lmite e invece mi basta svegliarmi il mattino dopo per stupirmi in negativo, e non andrei mai a letto, e il giorno dopo sono più scazzato e con qualche ora di sonno in meno. E stasera anche con un concerto dei Verdena in meno.

Concludo con una frase di Erri de Luca. Parla di una scalata, oggi avevo otto metri di vuoto sotto le mie suole unte di conserva. Nessuna fune, mi è andata bene.

“Scendiamo senza voltarci indietro, estranei dopo aver sfiorato per le giuste ore la pietra, la bocca sempre a un fiato dal baciarla.
Tutti i nostri passi hanno seguito un desiderio.
Per esaudirlo abbiamo dovuto metterci i piedi sopra e calpestarlo.” – Il contrario di uno

Annunci

3 Risposte

  1. Posso ripetermi? Tanto lo sai che lo farò all’infinito 😉
    Mi piace questo pezzo, e mi piace da morire leggerti.
    Per una come me è impossibile leggere e, nel susseguirsi delle frasi, non pensare: “caspiterina!”
    Bella anche la citazione.
    Buon sabato 🙂

    20 agosto 2011 alle 12:48

  2. Ma eri coperto di conserva di pomodoro perchè hai avuto un incidente con la pizza che hai mangiato dopo ? 🙂 Scherzo, suppongo sia per via del tuo lavoro….certo che se ti deve fare questi effetti, e soprattutto farti perdere i concerti dei Verdena, allora è giunto il momento di guardarti in giro seriamente…

    22 agosto 2011 alle 10:20

    • Ne avevo anche nelle mutande, ne ero talmente pieno che sembrava avessi appena ucciso qualcuno 🙂 Oggi mi hanno chiesto se sono disponibile sabato e domenica prossima (quindi alla cena Equo&Solidale mi sa che vengo solo a mangiare se faccio in tempo), alla fine mi va bene, mi son dato un anno di tempo e poi ho bisogno di soldi. Dopodichè si vedrà, ma non mi va di mollare al primo periodo duro.
      Ieri con la Spaggi pensavamo di mettere su una ditta che consegna bacinelle a domicilio per fare il pediluvio, secondo me in estate faremmo affari d’oro! 😀

      22 agosto 2011 alle 22:51

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...