"…è un modo di vivere." HCB

Vacanzaaa!!!

Sono riuscito ad andare al mare! =)
Giovedì mi hanno detto che avrei lavorato solo domenica (grazie, come siete buoni) e quindi venerdì non ne ho voluto sapere un cazzo di concerti, serate, appuntamenti eccetera: ho infilato il costume e un paio di mele nello zaino, ho fatto orario continuato e sono partito con le luci della sera. Sono arrivato nelle 23, in tempo per cenare con una birra media e trovare un buon posto dove parcheggiare la Focus, dopodichè ho abbassato i sedili posteriori, mi sono infilato nel sacco a pelo e ho cacciato una di quelle ronfate memorabili.
Mi sono svegliato a mattina inoltrata e i vetri sulla faccia mi hanno ricordato che dovevo pulire la macchina dopo che mi hanno rubato l’autoradio… ma ero in spiaggia, il più era fatto.
Avevo bisogno di una giornata così, in compagnia dell’unica persona che mi sopporta. Quindi sono stato da solo fino al tramonto senza fare niente di particolare: per prima cosa mi sono tolto l’orologio e i vestiti, avevo bisogno di dare al corpo più aria e sole possibile (infatti si è visto a fine giornata, senza crema…). Poi ho osservato il movimento ipnotico delle onde, passeggiato, letto, ho studiato i comportamenti delle persone in spiaggia facendo mille viaggi sulla storia personale di ciascuno, scritto, saggiato la sabbia sotto i piedi, nuotato, fotografato, filmato… insomma, tutte quelle attività inutili che si fanno in vacanza. E non ho mangiato altro che quelle due mele che avevo con me, quasi fossi in clausura, ma non avevo lo stimolo della fame, come se mi nutrissi solo di quello che mi restituivano i miei sensi.
Ho vissuto due anni in una città di mare ma non me lo sono mai gustato tanto come sabato, un giorno compresso tra diverse settimane di lavoro praticamente quotidiano. Per sentirsi in vacanza biogna avere qualcosa da cui staccare, me ne accorgo benissimo in questi mesi.
E mi sono sentito in vacanza ieri pomeriggio, quando sono andato a consegnare le foto per i Buskers che finiranno sul sito ufficiale in cambio di una weiss, e ieri sera, quando sono andato a fotografare il 50° anniversario di matrimonio di una coppia. Ero devastato e con qualche linea di febbre per la stanchezza, ma quando ho la macchina fotografica in mano è più la soddisfazione di qualsiasi altra cosa. Tra le altre cose sono stato prenotato anche per il primo matrimonio del 2012, la mamma dello sposo mi ha detto che non si preoccupa, che “te con una macchina fotografica in mano fai miracoli”… spero di no, ma almeno la mia autostima notoriamente sotto i tacchi è arrivata a lambire le suole. Tipo altezza pozzanghera, via 😀

Annunci

9 Risposte

  1. E’ proprio vero, la vacanza “vera” la senti quando hai qualcosa da cui staccare. Quest’anno l’ho provato anche io per la prima volta, e capisco bene cosa intendi…. Non la vacanza “forzata”, nè quella che la fai perchè “si deve fare” o perchè ci vanno tutti. E’ più una condizione mentale, e quando si riesce a ritagliarsela è una sensazione meravigliosa!

    12 settembre 2011 alle 17:25

    • Quest’estate ho lavorato anche nei weekend con al massimo un giorno di riposo, a dieci-dodici ore al giorno a Parma: an p’siva piò. E’ vero, è meraviglioso proprio perchè dura poco e lo sai, e te lo assapori quel giorno. O quella settimana.
      Ieri mattina è ricominciato il tran-tran e mi è bastato ripensare a sabato per affrontare il tutto con più spinta… pensa che spinta dopo una settimanina a casa! Adesso ne parlo al mio capo 😀

      12 settembre 2011 alle 21:08

  2. oooooh FINALMENTE!!! 😀
    Ci voleva davvero! Lavoro, lavoro e sempre lavoro! Meglio tardi che mai, almeno adesso potrai dire che nell’estate del 2011 sei stato al mare ;p

    Ah, e semmai non l’avessi ancora capito (no eh? ahahah) io quoto la mamma dello sposo: te con una macchina fotografica in mano fai miracoli…
    L’autostima ha superato la pozzanghera? :mrgreen: ahahahah

    12 settembre 2011 alle 18:32

    • L’autostima è meglio tenerla bassa, mi stimola. E ogni tanto mi abbatte anche, ma ormai ci sono abituato 😀
      Ci voleva, sì! Poi forse andrò all’estero per lavoro e le considero ferie, almeno stacco con la testa. Dovrò sgobbare, ma chissene, tanto andrò dove c’è la birra buona! 😉

      12 settembre 2011 alle 21:12

  3. Checco, qui qualcosa non torna: l’estate sta finendo, non sta iniziando 😉

    12 settembre 2011 alle 20:33

    • Rob, lo sai che sono sempre alternativo 😀
      Quest’estate è volata, e non ne avevo nemmeno voglia di caldo visto che lo tollero sempre meno. Credo che mi godrò un sacco di più l’autunno, me la sento più affine come stagione e poi qui a Modena ci sono sempre un sacco di cose da fare… Qui l’estate è una stagione bella solo se si va via, è tutto chiuso e c’è un’afa che strozza il respiro.

      12 settembre 2011 alle 21:16

  4. Checco se in un momento di follia i tuoi capi dovessero concederti 2 giorni consecutivi potresti spingerti anche in montagna e ai laghi ! 🙂

    13 settembre 2011 alle 08:15

    • O resterò più semplicemente dove un attimo vale l’altro senza chiedermi come mai… a quattro di spade, of course.
      Avrò bisogno di una settimana di ferie ad ottobre che devo montare le finestre di casa mia, ma forse mi fanno lavorare di notte (giuro!). Poi pensavo: un Aushwitz per la giornata della memoria (gennaio) e un San Patrizio a Dublino (marzo), come li vedresti?
      Organizziamo? 🙂

      13 settembre 2011 alle 14:15

  5. Uhm…sono più da Irlanda che da Polonia ma ci si può pensare ! 🙂

    13 settembre 2011 alle 16:21

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...