"…è un modo di vivere." HCB

Ero io #1

A volte mi chiudo nei pensieri di ciò che c’è adesso, al poco sole, alle sensazioni quasi inodore che provo nelle mie giornate. Penso alle cose successe negli ultimi weekend, alle botte forti di questi giorni, ai posti che vedo mentre passo in macchina e a quanti ricordi sono impigliati a quel marciapiede dietro la palestra, alla strada per la Meridiana, alla macchina stessa che in dieci anni mi ha portato a toccar le stelle e spesso anche a vederle, e a piangere sul clacson. Mi ricordo che non è stato sempre tutto così, che ci sono stati anche giorni colorati, e sembra impossibile con questo cielo grigio che fa venir voglia di dormire tutto il giorno, gli occhi a fessura, macchine che non ne vogliono sapere di funzionare, poca voglia di avere a che fare con persone incompetenti che si rendono anche antipatiche e che hanno sbagliato mestiere.
Così riprendo le foto, riprendo i pochi video fatti quest’estate e mi nutro di quei pochi minuti, di quei colori che non so più da quant’è che non vedo. E non so se sia giusto, perchè le foto riportano la realtà in modo troppo reale e invece a me piace quando la memoria sporca i contorni, come le vecchie foto in bianco e nero che bisogna stare lì un po’ prima di capire quel bisnonno a chi assomiglia. Mi piace quando le cose non vengono svelate per intero, i vecchi film anni ’80, le foto scattate a sedici anni con la reflex per la prima volta tra le mie mani e nessuno che mi insegnava ad usarla.
Quelle erano le mie foto migliori. Ora cerco di fare scorta per quando questo tempo non ci sarà più, e mi viene difficile perchè adesso so perchè le scatto e senza quell’istinto incosciente non è la stessa cosa. Sembra quasi di barare. Le foto dovrebbero essere stampate sulla sabbia, che si mescolino tra loro, che scompaiano quando non si sa più cosa cercare.

…e il suono.

Annunci

3 Risposte

  1. Leggo questo post… con il suono che fa da sottofondo e…
    si fermano le parole… là, nelle tue. Sono le stesse.
    e sento una lacrima spuntare…

    Notte Checco.

    4 novembre 2011 alle 22:42

    • Non mi piace tanto sapere che faccio piangere la gente, se continuo così smetto di scrivere… ;p
      Grazie Angie, buona giornata! 🙂

      5 novembre 2011 alle 16:35

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...