"…è un modo di vivere." HCB

Blu

Blu, come il colore del tempo prezioso, di quel poco che c’è e che stavolta sarà mio, su fino in montagna a guardare l’autunno negli occhi, ore da non condividere, terso come il Cimone visto da lontano e lo riconosco. Blu come la brina sui tronchi bruciati per le grigliate estive, che una volta sono venuto fin qui in moto e sognavo un CBR, adesso ce l’ho e non lo uso più e voglio venderlo a qualcuno che lo sogna. Perchè i sogni non muoiono, si passano solo di mano, a staffetta tra chi allunga la mano. Blu come la distesa di foschia nella pianura, biondi pennacchi delle fabbriche, blu come il cielo sopra Reggio riflesso dai ponti bianchi, ossa di animali troppo grandi, quasi alieni, quasi un cimitero di elefanti che hanno il barrito di macchine che passano e suonano a chi attraversa dove non può, in mezzo allo spartitraffico della tangenziale per qualche foto buona. Che questo posto è magico e ci si torna sempre volentieri, come se custodisse, come se non fosse mai possibile coglierlo fino in fondo e bisogna tornarci per scoprirne un altro pezzo, magari col sole che va giù e diventa stella nel diaframma chiuso del mio fisheye. Blu che diventa buio, guardo l’autostrada di sotto e vorrei partire anch’io per sfuggire al lunedì e un giorno lo farò, ed andrò incontro al mio lunedì. Blu come la sera che scende su Modena, di nuovo Ansel Adams e il suo bianco e nero che mi piace anche se mi fanno schifo le sue foto di alberi e montagne. Blu come LA sonno che mi viene in fretta, ma un giro in bar per un bicchiere di vino, stavolta rosso, per salutare chi è stato al November Porc e aveva tanto da raccontare.

Questo weekend a Castellarano c’è la sagra di sua maestà il Cicciolo Frollo, mi sa che pranzerò là visto che sarò già là per lavoro. Che gioia.

Annunci

16 Risposte

  1. Su Lifegate c’è Tenco che canta Vedrai vedrai, vedrai che cambierà, forse non saràì domani ma un bel giorno cambierà. Bah, io certi giorni non lo so se cambierà davvero. “Perchè i sogni non muoiono, si passano solo di mano, a staffetta tra chi allunga la mano”. Permettimi di dirti che non sono assolutamente d’accordo!!! Sii geloso dei tuoi sogni invece! E poi vedi che succede sempre qualcosa? Unirai l’utile al dilettevole! Il lavoro alla sagra! 😛
    ps. Heyfou.it non mi dispiace eh 🙂 Spazio in queste giornate salentine, che hanno qualche piccola sfumatura autunnale!!!

    18 novembre 2011 alle 09:05

    • Non mi piace rivendicare la paternità dei sogni, a volte mi capita di instillarli e poi è bello vederli camminare sulle loro gambe. Tanto ho i miei, cambiano nel tempo ma sono sempre sufficienti al mio fabbisogno 🙂
      Cambierà, di sicuro, ma per adesso posso solo stare qui e continuare ad annaspare. A febbraio poi se ne riparla 😉

      18 novembre 2011 alle 20:19

  2. E’ sempre un piacere leggerti Checco, scrivi cose emozionanti. Detto ciò, visto che hai citato il lunedì, non posso che consigliarti di andare ad ascoltare E’ Solo Lunedì dei Verdena !! Ciao !

    18 novembre 2011 alle 09:15

    • Una sera uscirò in Palazza e parlerò così, come nei post 😀
      Vado subito. Ti consiglierei “Domenica lunatica” e “Lunedì” di Vasco, ma tanto a te non piace… 😉
      Invece ho scoperto “Pierrot the clown” dei Placebo: mmmmmmmammamia!

      18 novembre 2011 alle 20:21

  3. Ah,bello bello bello questo blu,bellissime visioni che ci hai regalato!grazie 🙂

    18 novembre 2011 alle 13:17

    • Detto da te che di visioni te ne intendi è un complimentone! Grazie! 🙂

      18 novembre 2011 alle 20:21

  4. Blu…
    Se si unisce un po’ di giallo (sole), si ottiene il verde (speranza)… mica male! 😉

    Come sempre, bel post ragasso! Baci 🙂

    18 novembre 2011 alle 14:11

    • Il verde è anche il colore della mia faccia da mercoledì mattina, e di speranza me ne lascia poca ;D
      Grassie, buon weekend!

      18 novembre 2011 alle 20:22

  5. “Quando non ho più blu metto del rosso” (Picasso!)

    :mrgreen:

    18 novembre 2011 alle 17:56

    • Ecco, a proposito della risposta a KissKiss aggiungo che la mia faccia sembra ANCHE un Picasso. Cavoli, mi metto all’asta subito! 😀

      18 novembre 2011 alle 20:23

      • Affascinante! *_* Immagino che tu rappresenti il suo periodo Blu! 😉

        18 novembre 2011 alle 21:13

  6. Mah, a dire la verità sono più per il verde, tanto che ho passato un periodo in cui avevo i capelli lunghi & verdi fosforescenti. Ho fatto anche da chirichetto al vescovo, tanto per dire quanto fossi pieno di contrasti in quel periodo 😀

    18 novembre 2011 alle 23:30

    • 😯 Incredibile… e non ha provato a farti esorcizzare???? 😉

      18 novembre 2011 alle 23:35

    • Me lo ricordo quel periodo ! 🙂

      19 novembre 2011 alle 13:45

      • Credo sia rimasto impresso a molti, soprattutto alle vecchie di paese che venivano a dirmi “Modiiiiio se t’ste bein…! Adesso però tagliateli eh, che hai già dato abbastanza dispiaceri ai tuoi genitori” 😀

        19 novembre 2011 alle 17:16

  7. Ha capito che ero un buon diavolo, meglio tenermi com’ero 😉

    18 novembre 2011 alle 23:46

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...