"…è un modo di vivere." HCB

Sciogliendomi

Domenica sera e una doccia, per lavare via la nebbia dalla mia barba di tre mesi, per sciogliere la stanchezza di duemila foto in due giorni e un Superzampone mangiato in ginocchio, come a rendere omaggio. Morricone in testa e tra i tasti di un pianoforte, le parole di Baricco sul pentagramma, un salotto nascosto, un mondo che si apre dietro a un vetro anonimo in centro a Modena, guidato da candele sui gradini, a trattenere il respiro per stare nei tempi, per tenere tutto a fuoco. Un’ostrica schiusa per una notte che mi ha messo a letto prima che ridiventasse zucca. E poi il lavoro, di nuovo, le braccia molli e il respiro anche troppo, che gira la testa e la casa sta ferma, procede, un pezzo alla volta. E poi una cena con vecchi amici che parlano di pannolini e di Russia, di com’eravamo e di come siamo, qualche capello grigio e qualche capello in meno ma gli occhi gli stessi, ancora stanchezza, ancora la Palazzina, una China Martini e un “Suca” barrato su un bigliettino “Ti vuoi mettere con me?”, e il letto che volevo starci fino a non poterne più e invece erano le otto del mattino. Ora del Superzampone, ora degli amici nuovi e della baracca e del vino e poi una Fanta, che poi torno a casa per un jeans-pigiama prima dello spettacolo in teatro, e lì dò davvero tutto tra corse avanti e indietro, risate, emozioni varie che non ricordavo nemmeno più. L’amore accecante per un’attrice che si spegne quando si chiude il sipario, e mi scopro a ridere con il magone per tutto quello che ho ricevuto in due giorni e trabocca, quasi, salendo dagli occhi. Ma fuori c’è ancora nebbia e fa da bozzolo, da scudo, ed è quello che cerco. Un modo veloce per arrivare a casa e sciogliermi, che poi arriva il lunedì e la solita vita senza sogni fino a che non è ora di tornare a casa. L’ora di riaccendersi e di aspettare, con cinquanta euro nel conto corrente e qualche progetto sparso in tasca che prima o poi avrà il suo spazio. E sto imparando ad aspettare, pazientare, digiunare.

Annunci

6 Risposte

  1. Devo dire che leggere questi pensieri con questa neve che scende, ha il suo perchè…
    Ancora di più.

    Un bacio Checcù 🙂

    5 dicembre 2011 alle 18:51

    • Adesso vedo se trovo anche un fastidiosissimo “tlin tlin tlin” natalizio spaccatimpani 😀
      Ciaooo!

      6 dicembre 2011 alle 13:08

  2. L’unico problema dei tuoi post è che vorrei qualche dettaglio su questi gossip appena accennati…. 🙂 Scherzo ! Weekend bello intenso però eh ?!
    P.s. Di Morricone sto ascoltando tutta “La trilogia del Dollaro”, mi sa che ti piacerebbe parecchio a un cowboy come te ! 🙂

    6 dicembre 2011 alle 09:24

    • Quali gossip, dici la tizia di cui mi sono innamorato per ben un’ora e mezza? E’ che ogni tanto mi risveglio e mi lancio in questi sentimenti platonici alla Cyrano de Bergerac, ma niente di grave, poi ritorno alla realtà 🙂
      Bello intenso, ma pensavo ci fossi anche te alla strage di suini…
      Farò in modo di farmi recapitare il buon Morricone, magari a dorso di Mulo 😉

      6 dicembre 2011 alle 13:11

  3. Ciao, sono nuovo qui (se non te ne fossi accorto) e volevo farti i complimenti per questo blog. Chris

    6 dicembre 2011 alle 15:42

    • No Chris, sono io che faccio i complimenti a voi! Tu non sai cosa stai per scatenare :O
      Scherzi a parte è con sana invidia che ti faccio i complimenti, credo che ti seguirò spesso e spero di contribuire, in qualche modo 🙂
      A presto!

      7 dicembre 2011 alle 14:15

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...