"…è un modo di vivere." HCB

Deviazioni

Quest’estate me la ricorderò come quella in cui ero sempre stanco. Stanco da fatica fisica, da badile e calli nelle mani, da polvere nel naso e tra i capelli. Stanco di non avere mai tempo, stanco da rimanere serio per un sacco di tempo, il cemento mi va tra i pensieri e li blocca in forme strane, in bisogni che sembrano sempre troppo lontani e impossibili da soddisfare, la sola idea di vacanza suona astratta. E’ la seconda estate che passo così e non è piacevole. Faccio qualche serata con gli amici, a volte alla distruzione tanto che mi devono raccontare perchè ho una caviglia che mi fa male o un succhiotto a forma di luna sul torace, però manca sempre qualcosa. Arrivo sempre corto, di tempo o di fiato. Non che voglia fare chissà che cosa, solo avere un po’ di tempo da poter organizzare, che so, tornare su alla Croce Arcana e passare la notte lì sotto le stelle, o un giretto serale a Mantova a guardare il tramonto sul Mincio. Sabato poi parto per una settimana molto low-cost in toscana (il meglio a meno siempre) e mi si fa pesare che vado via “proprio adesso che ci sono un sacco di cose da fare prima che venga la brutta stagione”, così mi sento in colpa e non staccherò nemmeno con la testa.. ma tanto tra cose e persone ho un paio di cavi da bungee jumping che danno certe frustate.. un modo come un altro per mantenermi vigile, no? :p
Sono molto in scazzo, e mi brucia perchè mi fotto anche quel poco tempo in cui dovrei svagarmi.
O forse devo smetterla di pensare a storie e situazioni “discorsive”, quelle con un inizio, uno svolgimento e una fine, e concentrarmi sulle battute e su quelle deviazioni che ogni tanto fanno la differenza, come un bagno del Panaro mentre si torna o il cinema con un’amica che mi sembra di non vedere mai, o quelle ore scarse di chiacchiere pesanti con chi ha più o meno i miei casini e che diventano preziosi compagni di viaggio. Smetterla di concentrarmi sulla strada maestra, e capita che al posto di una Punto passino a prendermi con un Defender e allora salto e rido come un cretino con altri disperati come me che non si fidano delle deviazioni dell’autista donna, scalza e senza cintura che decide di lanciarsi giù per un sentiero che era già brigoso da fare a piedi.
Bisogna pur vivere.

E adesso torno alle mie betoniere, per fortuna domani non lavoro e sono a casa da solo.

Annunci

3 Risposte

  1. frate81

    Era scalza????°-°
    Un succhiotto a forma di luna?!?!?!!:-)

    16 agosto 2012 alle 15:30

  2. frate81

    Era scalza?°-°
    Un succhiotto a forma di luna?!?!?!:-)

    16 agosto 2012 alle 15:31

    • Era scalza. O almeno, adesso che mi ci fai pensare, era scalza la sera che siamo andati su ma forse ieri pomeriggio aveva un paio di AllStar alla quale si stava staccando la suola..
      Il succhiotto ha una colpevole che rimarrà nell’ombra, però è stato bello scoprirlo la mattina dopo guardandomi allo specchio 😀 …è stato fotografato e pubblicato su FB,

      16 agosto 2012 alle 16:41

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...