"…è un modo di vivere." HCB

Numeri primi

E’ divertente constatare come per certe persone la realtà sia una cosa semplice e lineare, una specie di causa-effetto matematica con cui catalogare le vite altrui. La mia vita poi è un casino da raccontà, sto navigando a vista ed è bello scoprirla giorno per giorno, legarla a chi trovo sul momento in base al periodo, all’istinto, a pelle o alla necessità di uscire pur di non rimanere in casa. E rispondo con un no e una ghignata sotto i baffi quando qualcuno tra i più spudorati mi chiede “ma lei è la tua morosa?” o “sei innamorato eh? Si vede..”, solo perchè esco con un’amica un paio di sere, oppure perchè mi vedono in un locale carino o invito qualcuno a casa per un aperitivo (e poi ci scoliamo una boccia di Lacrima di Morro, ma questo è un altro discorso).
Rido delle vite altrui in cui l’amicizia è intesa come un bene da consumare solo in gruppo e se c’è qualcosa in più allora è amore. Come se l’amore fosse così facile da trovare che basta sporgersi un po’ di più ed è fatta, e vissero per sempre felici e contenti. Ma per me che non mi innamoro più dal 2008 forse non è così semplice come chi ha scelto (o si è buttato sul)la prima persona con cui si è trovato un po’ meglio rispetto alle altre. “Eh sai, non è un granchè come bellezza ma ci parlo così bene..”
Già uno che mi presenta la sua morosa con un “non è un granchè come bellezza” per me è uno stronzo. Punto.
Non capisco questa smania di doversi accoppiare solo perchè ho passato i trenta, come se dovessi rendere conto o se ci fosse una regola. Sono single e sono contento così, non mi manca niente. Quando conoscerò qualcuna che mi farà sentire la necessità di avere una morosa allora ci si penserà, nel frattempo guardo divertito chi fa pagnotte con le mie briciole ed evito di ricordare che se i cazzi miei li tengo per me forse c’è un motivo. Ma voi, vi prego, continuate a partorire supposizioni, mi fa piacere sapere che avete vite tanto vuote da aver bisogno della mia per riempirle. Siete tanto intelligienti ma in quanto a leggere le persone… forse avete letto troppe enciclopedie, ma le persone non hanno le pagine in ordine per indice e numero.
Le persone possono essere dispari anche se sono due.

Annunci

11 Risposte

  1. Don(n)a

    sai quante coppie dispari ci sono al mondo?

    31 agosto 2012 alle 16:06

    • Non lo voglio neanche sapere, mi basta non contribuire 🙂

      31 agosto 2012 alle 16:10

      • Don(n)a

        😀

        31 agosto 2012 alle 16:11

  2. Mamma mia che post… La frase finale poi… Purtroppo mi ricorda per l’ennesima volta quello che a mio avviso sta capitando a una coppia che conosco molto bene. Che tristezza…
    Sull’argomento la pensiamo uguale uguale… Sono stato single per anni; non hai idea di quanto è stata fervida l’immaginazione della gente durante quegli anni…

    31 agosto 2012 alle 16:32

    • E’ un post ruffiano perchè riguarda chiunque 😉
      Come ho scritto su Fb “meno ne sanno e più pensano di saperne” e visto che è tutta gente che di me non sa niente riesco a farmi scivolare tutto addosso. Poi capita la volta che sono girato male e rispondo di conseguenza, però credo sia un’ottima cartina tornasole. Le persone vengono fuori, vorrebbero sapere ma in realtà raccontano molto di sè, basta stare ad ascoltare 🙂

      31 agosto 2012 alle 16:39

  3. frate81

    Uh che post arrabbiato…mi sa che io e il tatone dobbiamo riportarti al mare,prometto di non chiederti palla e musica della mia chiavetta!:-)

    31 agosto 2012 alle 20:23

    • Non è arrabbiato, è triste, perchè si parla davvero di briciole e le persone si accontentano di quelle come se bastassero.
      Se io fossi nei panni della morosa in questione mi incazzerei 😉

      2 settembre 2012 alle 07:47

  4. Io questa storia che uno arrivato ad un certo si dovrebbe “accontentare” non la capisco per niente.

    1 settembre 2012 alle 10:16

    • Non ci si può accontentare nei sentimenti, poi ci possono essere cose che hanno la priorità (figli o altro) e ciascuno si fa i suoi conti, ma se non trovo quello che cerco preferisco star senza e tenere un posto vuoto. Il vuoto si fa sempre in tempo a riempirlo.

      2 settembre 2012 alle 07:51

  5. Ma quanto mi piace sto post! E la frase finale…quanto è vera. anche se devo pensarci :-p
    Concordo mio caro!

    12 settembre 2012 alle 19:05

    • Non pensare, agisci! 😀
      Bentornata sorella 🙂

      12 settembre 2012 alle 20:58

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...