"…è un modo di vivere." HCB

-7

Acqua fredda, come la mattina presto, come quando torno la sera dopo il lavoro e non ho voglia di far niente. Non è che non sono più abituato a lavorare così tanto: non sono più abituato a lavorare. Punto. Torno con una specie di vuoto allo stomaco che è anche fame, ma non è così semplice. Tra una settimana sarò sull’aereo e ho tanti pensieri in testa che verranno con me, sto investendo tanto su tante ruote che girano e continuano a girare, qualcuna mi telefona la sera dopo il cinema solo per sfogarsi e cercare una soluzione, un’altra è una Focus su cui sono solo mentre vado al cinema e un’altra è un sedile del cinema occupato dalle persone sbagliate. Odio gli adulti che hanno dimenticato com’era essere bambini. Un’altra ha la pallina ferma ma continua a girare e quell’inerzia trascina i miei occhi e tutto il resto. Un’altra è su una scala e guarda perpendicolare verso il basso, mi chiama fuori per un caffè e mi dice che va bene, che sono la persona che cercava. Così vado al cinema per festeggiare, da solo, e ne sono contento. Anche se il mio pensiero è un piede sul gas e un campanello su un portone e un bacio sulla guancia di quelli che si sentono. Di nuovo il piede, di nuovo qui. Solo un pensiero che sparge il sole ovunque, anche se cado da molto in alto attaccato al telefono seduto in auto, triste per il film, le luci della sera e qualche temporale lontano, condensatori di due filler che -pah- scaricano tutta l’energia in un colpo prima di spegnersi in una lampadina bruciata.
Acqua fredda prima di andare a letto, come la mattina presto. Mi lavo la faccia per scaricare il giorno in un lavandino, -pah-, tengo la testa fredda mentre il cuore scalda sangue e succhi gastrici. Un aereo tra una settimana. Come lasciar qui tutto e sparire un mese, facile come far tacere i se e i ma.
Non c’è una conclusione, solo un pozzo che guarda un cielo scuro e si riflettono a vicenda.
Anche per stasera non ho cenato.

Annunci

4 Risposte

  1. sfrappa

    In bocca al lupo, per tutto.

    7 novembre 2012 alle 11:20

    • Crepi. O io o lui, almeno la facciamo finita 🙂

      7 novembre 2012 alle 19:34

  2. Don(n)a

    Forse non ci sto con la testa, ma ti ho letto un paio di volte e non ho capito. Ma Checco è una garanzia quindi non capisco ma mi adeguo.
    ehi, a presto rileggerci 🙂
    Donata 🙂

    7 novembre 2012 alle 13:59

    • Non mi capisco nemmeno io, quindi è tutto normale.
      E’ un periodo di alti e bassi tutti di corsa col fiatone, tra una settimana parto e vorrei andar via senza pensieri nè pendenze ma non sarà possibile. Quindi amen, martedì prossimo calerà la ghigliottina.

      7 novembre 2012 alle 19:37

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...