"…è un modo di vivere." HCB

-1

“Oggi pomeriggio ho guardato alcune stampe giapponesi con Glassner. Mi sono resa conto che è così che voglio scrivere: con altrettanto spazio attorno a poche parole. Troppe parole mi danno fastidio. Vorrei scrivere parole che sono organicamente inserite in un gran silenzio, e non parole che esistono solo per coprirlo e disperderlo: dovrebbero accentuarlo, piuttosto. […]
Io detesto gli accumuli di parole. In fondo, ce ne vogliono così poche per dire quelle quattro cose che veramente contano nella vita. […] La cosa più importante sarà stabilire il giusto rapporto tra parole e silenzio – il silenzio in cui succedono più cose che in tutte le parole affastellate insieme. […] Le parole dovranno servire soltanto a dare al silenzio la sua forma e i suoi contorni, e ciascuna di loro sarà come una piccola pietra miliare, o come un piccolo rilievo, lungo strade piane e senza fine o ai margini di vaste pianure. […]
Del resto credo che un viaggio in Oriente lo farò in futuro – per trovare in quei luoghi, vissute ogni giorno, quelle cose in cui qui ci si sente soli, in dissonanza.”
Etty Hillesum

Non mi piace usare testi o foto di altri nel mio blog ma leggendo il diario di Etty mi ritrovo in molte, moltissime cose. Mio padre continua a chiedermi cosa andrò a vedere in India, perchè vado proprio lì e non alle Maldive. Credo che andrò per essere lì, per ascoltare, e soprattutto per perdere tempo.
Mi è stato chiesto di aprire un blog insieme alle mie due compagne di viaggio, una specie di “FormIndia” sullo stile di Formìzine, di farmi sentire ogni tanto (“ma Facebook…?!”), di fare uno squillo per dire che va tutto bene. Davvero, non so cosa farò, il desiderio di dis-occidentalizzarmi è forte e visto che ho un mese di tempo probabilmente sparirò.

Prendo con me solo roba a perdere, gli unici oggetti di valore sono i documenti, un quaderno, la macchina fotografica e un coltellino svizzero che ho comprato a 12 anni di nascosto dagli animatori in un campeggio parrocchiale. Basta. Zaino, vestiti.. tutta roba sacrificabile. Shiva sarebbe fiero di me, Ganesh mi approverebbe.
Visto che vado in oriente proverò ad orientarmi 😉

Sto già studiando un piano per non tornare subito, se riesco sarò ospite di amici per qualche giorno di decompressione, per il resto valgono le parole di Jovanotti: “ritorno per Natale ad ogni costo”.
A presto, ma non troppo 😉

Annunci

15 Risposte

  1. sfrappa

    Buon viaggio, ti aspettiamo per Natale, in qualsiasi modo tu tornerai!

    12 novembre 2012 alle 14:56

    • Aspettatemi per il 20: compio gli anni e ho intenzione di distruggere il mondo prima che ci pensino i Maya!!! 😀

      12 novembre 2012 alle 15:10

      • sfrappa

        Grande festa!!!!!!!

        12 novembre 2012 alle 15:22

  2. È allora vorrà dire che rimanderemo tutte le curiosità al tuo ritorno…
    Mi raccomando,orientati,disorientati,ma nn perderti laggiù!
    Buon viaggio! 🙂

    12 novembre 2012 alle 14:58

    • L’importante è che mi ritrovi il 14 dicembre, in tempo per il volo di ritorno 🙂
      Grazie, un abbraccio.

      12 novembre 2012 alle 15:11

  3. Si dice “Partire è un po’ morire”
    Lasciare chi si ama, le proprie abitudini, le proprie certezze…
    Io penso invece che ogni partenza sia una Rinascita,
    il migliore dei modi per amare ancor di più e meglio ciò che si lascia…

    Ti lascio questa dedica che a me lasciarono anni fa quando partii sei mesi in Spagna. Spero che possa portarti bene come a suo tempo portò a me. Con l’augurio che tu possa ritornare qui non cambiato, ma diverso…migliore!! 🙂
    Un abbraccio Checco 🙂

    12 novembre 2012 alle 15:07

    • Grazie Rob, l’augurio funzionerà sicuramente: abbiamo intenzione di portare con noi un mini tempietto portatile per ingraziarci le divinità locali. Ce n’è una, Ganesh, che è il dio del Buon Auspicio. Imparerò l’hindi apposta per pregarlo! 😀

      12 novembre 2012 alle 15:13

  4. Don(n)a

    Buon mese a venire!
    e a presto 🙂

    12 novembre 2012 alle 16:52

  5. Come si dice, portati il buon senso e lascia a casa i pregiudizi, anche se nel tuo caso credo sia inutile dirlo!
    Ricordati lo spazzolino ed emozionati!
    Ciao!

    12 novembre 2012 alle 18:00

    • Lo spazzolino!!! Mi laverò i denti nel Gange e avrò solo parole pure per il resto della mia vita, anche perchè morirei istantaneamente 😀
      “Emozionati” mi piace come augurio 🙂

      12 novembre 2012 alle 18:25

  6. Buon viaggio Checcazzo!E sono sicuro che Casinalbo un po’ ti mancherà:-)!

    12 novembre 2012 alle 20:35

    • Guarda: più mi avvicino all’ora X e più non credo veh.. :p
      Grazie Frate!

      12 novembre 2012 alle 20:47

  7. Allora io ti scrivo Bentornato !!! Quanto non volevi tornare eh, dì la verità.. 😉

    27 novembre 2012 alle 22:27

    • Stavo davvero troppo, troppo bene nonostante fosse una vita dura. Sono tornato a metà.
      Grazie sorella 🙂

      15 dicembre 2012 alle 16:14

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...