"…è un modo di vivere." HCB

Cascasseilmondo

Pensavo di sopportare meglio un weekend passato a lavorare. Pensavo che la settimana dopo fosse comunque leggera e pensavo di avere dei tempi di recupero più veloci. Pensavo che forse però è normale quando si fanno le sette di sera sotto i flash e le due di notte tra parole fitte, pensavo che persone diverse possono avere gli stessi occhi, pensavo che certe cose che sento hanno le parole di troppe canzoni.
Pensavo che arrivare in fondo alla giornata e sentirsi dire che Domani Non Si Lavora e scoprire che è l’unico giorno di sole della settimana è una gran botta di culo, e lo è ancora di più quando dico “Cervia” e trovo chi mi risponde “pronti via!”. Pensavo che dico sempre che è una questione di fortuna ma forse ho solo seminato bene, e comunque l’importante è che le cose accadano. Pensavo che le magliette con su scritto Radiohead al contrario non sono tutte uguali, pensavo che due passi in spiaggia possono generare una tensione buona, pensavo che questa pioggerella bastarda crea perle sull’erba, che delle rondini non mi fido mentre i rospi qualche volta dicono la verità, pensavo alle ombre che si cerca di tener nascoste ma che poi sono l’unica cosa che ci rende unici, pensavo al mio letto e ai film interrotti, al suono della pioggia che da qui non sento, alle bacchette d’incenso spezzate e ai bicchieri da vino lavati con l’acqua, alle cene con la vecchia compagnia e ritrovare proprio in questo momento persone legate a quel determinato passato, come se certi pezzi di puzzle saltassero fuori a forza di spostare oggetti che hanno un volume temporale anzichè spaziale e ai tanti perchè che hanno come risposta il tempo. Pensavo che il concetto di casa è qualcosa che ci si porta dentro e si lancia come una tenda Quetchua che si apre dentro alle persone che incontro.
Pensavo che giro un sacco e poi trovo ciò di cui ho bisogno dietro casa e fa un po’ pensare che faccia un pieno di diesel alla settimana per tornare sempre nello stesso punto…
Pensavo che alla fine ci si ritrova sempre e che le cene con la vecchia cumpa del parco e della Meridiana andrebbero fatte più spesso.
Cumpa

Intanto domani vado al PhotoShow. Cascasseilmondo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...