"…è un modo di vivere." HCB

Kavka

Apro la gabbia e mi viene incontro un battito d’ali. Non ho dato un nome a nessuna delle due, dare un nome ha un significato e non era ancora ora, adesso invece è venuto il momento. Quella muta è sempre la prima ad uscire, quando mi vede sbatte la testa e le ali contro la gabbia, non appena apro lo sportello mi vola sulla testa per un grattino sotto al becco. L’altra fa casino, è la seconda a uscire ed è selvatica, non si fa accarezzare, se provo a toccarla si sposta o mi becca.
Ho smesso di nutrirle, la taccola che le ha messe al mondo le ha trovate e ha riempito la gabbia di pastasciutta raccolta qua e là, mi vede e lancia richiami per farsi seguire e portarmi lontano, la selvatica le risponde, vola sui rami più alti e non torna al nido. E’ selvatica ma fino a un certo punto: una delle mie due gatte, la Biondina, la punta ma lei non la vede, batto le mani e scappa insultandomi, la prossima volta o impara o ci lascia le penne.
La muta invece resta sulla mia spalla, mi becchetta l’orecchio e il coppetto poi vola per terra e scopre qualche caco acerbo o delle foglie che devono avere un buon sapore a giudicare dall’impegno che ci mette. Poi scopre l’acqua e ne beve un casino, ci tuffa la testa, sembra un bimbo al mare. Mi rimane tra i piedi, fa qualche voletto ma respira a fatica e le viene il fiatone, così tra un colpo di tosse e l’altro preferisce salire sul mio braccio a litigare con l’orologio o torna sulla spalla per farsi scarrozzare. La madre è sempre lì che chiama e non si fida ma fa passi da gigante per i canoni di un animale selvatico.

Questa settimana sarà l’ultima che passo con loro, poi per motivi di lavoro sarò molto meno presente e non so che destini prenderemo.
Così ci ho pensato su e ho deciso che la muta la chiamerò Kavka, come la cornacchia di Harlan Draka (Dampyr, Bonelli editore). Mi sembra un nome appropriato e non farà di lei un animale soprammobile da appartamento.
Kavka

Annunci

3 Risposte

  1. ludmillarte

    ne so qualcosa, ma di piccoli merli. un’esperienza indimenticabile, compresi i loro bagni…buffissimi

    3 ottobre 2013 alle 15:50

    • Belli, vero, questi “incontri ravvicinati” con bestie semiselvatiche? 🙂

      7 ottobre 2013 alle 08:46

      • ludmillarte

        fantastici. ringrazio il destino che mi siano capitati malgrado sia stata dura lasciarli andare

        7 ottobre 2013 alle 13:48

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...