"…è un modo di vivere." HCB

It’s crazy what you could’ve had


Questa canzone parla di una storia d’amore che poteva essere LA storia d’amore, ma qualcosa andò storto come in ogni storia reale, come poi sappiamo tutti.
Stavolta non parlerò d’amore ma di politica, cioè di un altro tipo di sentimento che a volte sembra prenderci e invece poi scopriamo che non ne voleva la pena. Faccio un po’ di storia personale:
– nel 2011 facevo il videomaker per Formìzine, un magazine on-line che cercava di rilanciare la vita ludica e culturale del paese in cui vivo. Ovviamente non a scopo di lucro, a quel tempo facevo un altro lavoro e cominciavo a pensare se farlo come mestiere, quindi utilizzavo i ritagli di tempo e a volte non ne avevo per fare dei video che in certi periodi dell’anno avrebbero dato abbastanza visibilità. Quando certi esponenti del comune mi hanno proposto di mettermi in proprio ho chiesto “perchè, se lo facessi diventereste miei clienti?”. La risposta è stata una risatina.
– estate 2012. Insieme ad altri due fotografi amatoriali, un grafico e una pittrice ci eravamo messi d’accordo per cercare uno spazio in co-working, a Modena c’erano (e ci sono) realtà come via Carteria che funziona grazie a un sistema di bandi, ci eravamo interessati ma essendo tutti di Formigine non ci sarebbe dispiaciuto rimanere in zona, oltre al fatto che chiedendo una sede in uno degli stabili inutilizzati del centro avremmo potuto contribuire alla vita sociale del paese in una logica di mutuo vantaggio: una mostra al mese + vernissage e aperitivi = più giro di persone = più visibilità per noi artistoidi + un fiore all’occhiello per il comune. Tutto questo in locali non utilizzati se non uno o due giorni all’anno come magazzino in occasione della sagra, quindi avremmo pagato un affitto che era basso, ma sempre meglio di niente per le casse comunali. Andò che nonostante mail e telefonate da parte nostra, dopo una prima fase di interesse da parte delle istituzioni, con l’autunno ci rassegnammo al loro silenzio.
– inverno 2013/14, chiusura dell’unico bar “vivo” di Casinalbo, nonchè ultimo punto di aggregazione giovanile per il paese perchè la parrocchia, come tante altre, ha solo frequentatori under 20 e over 60, salvo rari casi. In tre ci siamo mossi per trovare una soluzione a questa carenza, primo perchè al mio paesello gli voglio bene, secondo perchè ho bisogno di un certo tipo di stimoli e sarei contento di averne uno di fianco a casa invece che cercare altrove, e terzo perchè siccome ho un’età in cui potrei cominciare a pensare ai figli rifiuto l’idea di vivere in un paese che non offra spazi aggregativi e formativi per i più giovani. In comune ci hanno fatto pressione per aprire un’associazione no profit a scopo culturale, ci hanno promesso ogni appoggio e fatto pressione per accelerare i lavori.
Nel frattempo avevo cominciato a interessarmi alla vita politica del partito che mi sembrava più allettante, non tanto per le idee politiche ma perchè all’interno ci sono persone che reputo amici con cui ho collaborato più volte. Credevo che se uno vuol cambiare qualcosa debba farlo dall’interno, seguendo certi iter c’è più legittimità che non sfondando porte a gamba tesa.
Per la politica ho speso tempo, e soldi per l’associazione (oltretutto dal 2014 le marche da bollo hanno subìto un aumento, se qualcuno vuole creare un’associazione no profit che faccia un servizio alla comunità deve pure pagare di tasca sua, nel nostro caso circa 300€ tra marche da bollo per depositare lo statuto e ricevere il codice fiscale dell’associazione), il comune ha emesso un bando per individuare i baristi a cui avremo dovuto affiancarci per poi scoprire che sono cominciate le elezioni per il sindaco e tutto è “rinviato in data da destinarsi”, come sta scritto sul sito del comune. Ora c’è la campagna elettorale e fino a fine maggio è tutto sospeso. Avevamo quasi sperato in un’estate con degli spazi tutti per noi, avremmo sponsor che ci coprono buona parte delle spese per campi da beach volley e quello per il calcetto a 7 in erba sintetica, invece non sappiamo neanche se cominceranno la ristrutturazione dei locali del bar. L’unica cosa che sappiamo è che prenotare la sala civica per la presentazione dell’associazione ci costerà tre volte tanto rispetto quello che ci sarebbe costato se avessero mantenuto i patti, quindi scartiamo la location a priori, soprattutto per principio.

La conclusione che ho tratto da queste esperienze è che non bisogna MAI appoggiarsi alle istituzioni, nè dare credito alle promesse che vengono fatte. Contano solo i FATTI, e se voglio ottenere qualcosa le istituzioni significano solo tempo, soldi, chiacchiere e totale variabilità dei risultati. Anzi no, dai, l’appoggio morale me l’hanno dato, questo gli va riconosciuto.
JFK diceva che “se non ti occupi di politica, sarà la politica ad occuparsi di te”, stavo decidendo se propormi come consigliere comunale ma credo che dedicherò il mio tempo a cause più fruttuose, questi mesi sono serviti solo a confermare pregiudizi che avevo già e a farmi venire il sangue amaro.

Nota: ho riportato solo dei fatti, non ho citato certi sotterfugi che sono stati fatti da chi voleva tenerci fuori da tutto questo perchè è vecchio e dei giovani si fida il giusto, nè persone che ricoprono incarichi abbastanza importanti che hanno dato la parola e poi si sono negate al telefono. Pensavo che certa merda riguardasse solo grandi città con forti interessi, invece mi rendo conto che non è questione di proporzioni.
Mi brucia solo che il male dell’inculata col tempo passerà e tra un po’ sarò di nuovo a sbattere la testa contro gli stessi muri che conosco bene.. forse perchè spero che a forza di dai e dai le cose cambino, ed è una speranza che sarà dura a morire. Non sono testardo, sono solo un sognatore e, per questo, un coglione che si farà fregare di nuovo.
Ci sono solo due entità che mi fanno bestemmiare mentalmente: mia madre e le iniziali del partito con cui ho avuto a che fare.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...