"…è un modo di vivere." HCB

Il Festival della Fiaba

Tre fotografi, un’epifania dopo il morso di un kebab e il Vecchio Fiume, storica birreria di Modena.
Quello che succederà non è ancora dato saperlo.
Quello che invece è successo è che oltre a noi c’era Elena. Aveva un tale entusiasmo nel raccontare il Festival della Fiaba che il mattino dopo, a scatola chiusa, ho prenotato gli ultimi biglietti per Fu_Pre_Pa.
Sapevo che era uno spettacolo per un solo spettatore alla volta, mi bastava.

Domenica sera a Villa Sorra c’era la guazza. Il nostro era l’ultimo spettacolo. Ci ha accompagnati una ragazza con una lampada, silenzio, cellulari spenti, niente di superfluo.
Nella radura cinque sedie e altrettanti libriccini, su ciascuno un led che bastava appena. Mi sono alzato prima degli altri ma non era il mio momento, son tornato al posto a rileggere Proust.
Poi mi hanno preso per mano: prima stazione, una scatola di latta con candeline e oggetti. Ho scelto qualcosa che taglia e ho indossato un filo rosso. Una delle tre Parche era l’ingresso al Bosco Antico, i sensi attutiti dal buio e candele a illuminare la strada; una strada fatta per perdere l’orientamento. Mani mi accompagnavano, alcune fredde e piccole, alcune calde, grandi, morbide. Odori di agrumi e di muschio, di cotone che brucia, di sigaretta spenta, di stagno con lucciole, di menta, di vino, di pietre lì da qualche secolo. Mi hanno chiesto sottovoce dei miei viaggi, dei miei ricordi, mi hanno indagato con sguardi silenziosi, foto appese a ragnatele, e tra un narratore e l’altro una specie di solitudine partecipata che serviva a lasciar decantare quello che avevo appena scoperto di me.
“C’è un punto esatto in cui stare: nè prima, nè dopo”
e io ero lì.
Sorridevo in continuazione. I miei occhi chissà cosa vedevano.

E’ finita con una ciliegia di Vignola, il seme sputato davanti a me per far tornare il ricordo, una tisana calda e dolce e uno svogliato ritorno alla luce artificiale dei fanali della macchina che mi allontanava da tutto questo.
Era l’ultimo spettacolo, in ogni caso non potevo tornare indietro.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...