"…è un modo di vivere." HCB

Il salotto buono

Credo che me lo ricorderò questo 6 settembre.
Per la telefonata di mia madre, le nuvole nere, veloci, quasi le stessi chiamando. L’attesa col naso sul vetro e poi tutta quella rabbia fino a traboccare.
Eccola, finalmente. L’acqua in casa e negli occhi, appoggiato al lavandino della cucina, trasportato dalla corrente. Ticchetta la pioggia sui lucernai, poi il vento, poi bisogna solo aspettare che passi. Che si sfoghi.

E poi silenzio, e il sereno che arriva come la coperta che nel giorno freddo si tira su fino al naso che tanto non li scopre i piedi.
Son tornato a casa passando per il Ruvinello, per sentirmi in alto, oltre le luci, seguendo traiettorie tra lepri e rami spezzati. Non volevo andare a casa subito, volevo più tempo e più vino e più vita, ma invece della canzone dei Cure oggi ho addosso tutto l’album di Nick Cave.
Questo salotto Fioranese mi sta salvando, stiamo già parlando di farci un centro sociale/culturale. Ovviamente al vino ci penso io 🙂

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...