"…è un modo di vivere." HCB

I miei posti

L’ultima volta che c’ero stato avevo detto che sarebbe stata davvero l’ultima volta. La toscana è una terra promessa mancata. Ho sempre sognato abitarci, poi è successo davvero ma ho capito che non era posto per me.
Ho capito che certi sogni sono belli finchè rimangono tali, quando si realizzano perdono la loro magia.
Avevo deciso di non tornarci perchè mi sembrava di aver esaurito ciò che questa terra poteva darmi. Ho provato la east coast, ma ho girato tanto senza aggrapparmi a niente.
Alla fine son tornato a Principina. Perchè c’è il parcheggio di fianco alla spiaggia che è completamente buio e se ci dormo nessuno viene a rompere. Perchè ci sono le capanne fatte con i tronchi che danno l’impressione di un naufragio confortevole. Perchè ogni tanto dicono che passeranno con le ruspe, ma certi tronchi sono ben ficcati nella sabbia e fa strano pensare che un elemento così instabile possa essere così coriaceo. Perchè tanto l’Ombrone fa tornare tutto come prima, e anche se muta con le stagioni la riconosco sempre. Perchè è un posto selvatico, vergine. Perchè ogni tanto il mare fa dei regali: reti da pesca, galleggianti, pomici, conchiglie, tracce di animali, legni bianchi che sembrano ossa di dinosauro, stavolta due piatti smaltati in arancione e verde.
Ci ho passato diversi momenti difficili, da solo. La condivido con una delle mie più care amiche, una di quelle che vedo raramente, ma la distanza fa parte della nostra amicizia.
Siamo uno dei regali che questa spiaggia ci ha fatto. A pensarci non ci siamo mai venuti assieme.

Anche stavolta il rituale è stato lo stesso: periodo pienissimo, viaggio della speranza dopo poche ore di sonno e una nocca sanguinante perchè sono un ladro di semafori, Coop -anzi, ipercoppe-, una biolca di schiaccia alla pala, uno o du’ etti di crudo toscano, trancio di capocollo sottovuoto al finocchio da riportare a casa, una boccia di vino al giorno, acqua. Evvia, vo al mare, che un so’ miha guì apperde tèmpo 😀 Faccio una spesa unica in modo da non pensarci più, rallento subito dopo il rondò per vedere che sagre ci so’ a giro e poi mi fo tutta la litoranea ai settanta all’ora co i finestrini jù, respirando il profumo dei pini e degli eucalipti.
Scelgo una capanna e mi ci sistemo, poi entro in acqua e dico un “ciao mare” sottovoce, poco prima di perdere peso e lasciarmi andare. Osservo l’orizzonte e le persone che passano, leggo, dormo, cammino, prendo il sole, penso, scrivo, ammazzo le vespe che mi pungono oppure non faccio niente. Mangio quando ho fame, ma poca roba alla volta, soprattutto verso il tramonto, quando le famiglie vanno verso la cena e io ce l’ho già lì, pronta, rosso del vino a contrasto del rosso del cielo al tramonto.
Per ricaricarmi mi basta un giorno così. Perdo tempo proprio quando non ne ho, è un modo per ritrovarlo. Ho bisogno di sapere che mi basta poco.
Non so perchè mi è tornato in mente il discorso sulla memoria dell’acqua, mi dispiaceva avere addosso tutta quella sfilza di pensieri negativi. Mare, facciamo che stavolta hai meno memoria di me?

Poi mi è toccato ripartire prima del previsto, e mentre schivavo le luci dei camion pensavo che alla fine mi fa bene avere un posto così, un posto a cui tornare, o da cui tornare, che abbia così tanti significati stratificati. In cui non dover prenotare o farsi annunciare, e stare per il tempo che serve.
Un posto in cui portare chi voglio, che dei miei posti non sono geloso.

Ci vogliono i posti nuovi ma anche quelli in cui ritrovo un’appartenenza, ed è bello anche che siano così distanti da casa, ma una distanza giusta, affrontabile, che anche il tempo del viaggio ha il suo valore.
“Un posto d’oltremare che è lontano solo prima di arrivare”. Eccolo, eccomi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...