"…è un modo di vivere." HCB

Due di novembre

Era uno di quei giorni in cui avrei dovuto fare un sacco di cose, invece ho perso la giornata tra aiutare mio padre, sradicare le piante di pomodori, sedermi al sole tra le lucertole e il timo e montare le casette per l’Aspro.
Ma era una giornata calda ed era un piacere stare fuori, mentre le mani andavano pensavo agli ultimi giorni.

Come lavorare per Armani e avere una grafica che dopo un anno mi propone per il matrimonio di una sua amica. Vengo scelto, segno la data sul calendario e penso che la cosa sia chiusa lì. Ma poi conosco una ragazza che mi chiede di accompagnarla ad un addio al nubilato e scopro che la sposa è la stessa, va a finire che vengo invitato anch’io alla serata dove conosco un ragazzo e passiamo una gran bella serata. Ci siamo rivisti al matrimonio e poi non ci siamo più sentiti fino al concerto dei Cure, dove scopro che fa parte dello staff. Dopo qualche giorno vado a una serata su Johnny Cash e lo incontro di nuovo, e mi chiede “ma non hai mai pensato di fare il fotografo accreditato? Perchè se vuoi ti giro i contatti”.
“Guarda: mi hanno già contattato quelli di S.R. ma non ho voglia di farmi tutti i weekend in giro per l’Italia o l’Europa… e se lavorassi per loro non posso dire di no.”
“No no, qui stiamo solo su Bologna o Reggio e sei tu a dare la disponibilità.”
Ah, e io e gli sposi, senza esserci messi d’accordo, saremo in Sri Lanka negli stessi giorni di gennaio.

O come ottenere un pezzo di terra dove prima c’era un orto e pensare di farci un pratino delle feste. Ma poi crescono spontanee delle piante di pomodorini e sanno di dono, non ho il cuore di sradicarle. Va a finire che mi fanno 2kg di pomodorini ogni due giorni, non ci sto dietro a mangiarli e decido di barattarli. Lo scrivo sui social e risponde una ragazza che non conosco, mi porta due cassette di frutta e verdura e mi sento in debito, in cambio le offro un aperitivo e poi una cena.. insomma, diventiamo amici. Stiamo bene, un sacco, e forse varrebbe la pena approfondire, ma è un periodo di merda e non so se me la sento, non è il momento. Poi una sera vado a un concerto con l’amica giusta, ne parliamo e mi dà dei calci in culo finchè non le torno a scrivere. Una fagiolata, poi un appuntamento al Cimitero Monumentale, poi dai Cure, poi da Lisa Hannigan, poi divanati davanti a un film e tante chiacchiere e discorsi fittissimi e insomma: non si sa come andremo a finire, ma per ora siamo felici. Molto.

Scrivo di queste cose per tenerne traccia, perchè nei momenti bui mi ricordano che l’importante è stare in movimento, creare rapporti della maggior qualità possibile.

Qualcosa si trova
se si sa cercare
da qualche parte si arriva.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...