"…è un modo di vivere." HCB

Gli occhi verdi e le tue idee

L’estate è poi bella, peccato che ci sia così caldo. Io poi sudo più degli altri, tipo che di notte dormo in mutande con la finestra spalancata mentre la Lisa ha la copertina e mi viene a cercare perchè lei ha freddo e io sono un termosifone da ottanta chili. O che vado a fare le foto in manica e braghe lunghe e dopo due-minuti-due sono già spolto, e l’idea di tenere i capelli lunghi mi sembra sempre di più una cazzata. Con i clienti ho cominciato a sgarrare mettendo le maniche corte, a un incontro di lavoro mi hanno pure cazziato ma tanto non ci andrò più e quindi fa lo stesso. Sono felice di perdere potenziali clienti, soprattutto se non capiscono l’importanza della manica corta.
L’estate è bella dalle 9 di sera alle 7 di mattina, che è anche l’orario in cui sono più attivo. Il resto del tempo è resistenza. Dopo un matrimonio peso quasi tre chili in meno, magari fosse ciccia, sono tutti liquidi. Ieri invece non mi sono pesato, dopo dodici ore di fiera a Verona avevo solo voglia di una birra mentre aspettavo una birra e un hamburger. Era l’ultimo giorno di sagra e ci tenevo ad esserci, anche se ero cotto e ho fatto fatica a non sbadigliare in faccia ad Andre e alla Debbi. Avrei voluto scattarci una foto, come l’avrei voluta fare alla cena di compleanno della Sere, o sul set quella mattina in cui ho fatto l’attore, ma si vede che i momenti più belli devo tenermeli solo come ricordi impalpabili. E’ un peccato perchè in certi periodi, come questo, mi sembra di lavorare e basta, e invece di cose ne faccio lo stesso. Anche la settimana di ferie alla fine è durata meno del previsto mannaggia. Che va bene eh, non mi lamento del troppo lavoro, però un po’ di riposo ogni tanto non mi dispiacerebbe.
Forse riuscirò a riposarmi stasera, che paccherò i Gazebo Penguins per il Festival della Fiaba. L’anno scorso è stato fantastico farlo da ospite, quest’anno da fotografo sarà ancora meglio. Non vedo l’ora.

Ho anche voglia di fare una sgambata in bici fino al Parco Ferrari, aka Modena Park. Sembra che sia diventato l’unico problema dei modenesi e sono contento, pensa se non ci fosse: tutti si lamenterebbero del caldo, della politica, del prezzo della frutta, della vita che costa sempre più cara, della disoccupazione.. invece grazie a Vasco sembra sparito tutto.
Non ne faceva una buona dal 1993, mi tocca dirgli “bravo”.
Non è mai troppo tardi.

Pensiamo a far l’amore, va là, anche se con questo caldo è una faticaccia.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...